Capodanno Agricolo : dalle radici il futuro !

La primavera risveglia la natura per ricordarci che da lei sgorga la vita, garanzia della possibilità del domani.
Partendo da questa semplice considerazione che rispecchia la realtà dell’esperienza umana si è sviluppata una particolare modalità di fare promozione del territorio, che non ostenti improbabili eccezionalità della nostra città, ma ricerchi le radici delle nostre peculiarità, ispiratrici della soluzione dei problemi odierni e di idee per promuovere il futuro del nostro Comune.
In questa ottica si pone la Festa del Miele che ha radunato apicoltori locali e della zona per far conoscere alla cittadinanza una attività dei nostri territori che viene praticata in modo artigianale ed ecologico e accende i riflettori su una problematica agricola di stringente attualità, quale quella di una carenza di api impollinatrici indispeindispensabili per far fruttificare i fiori, e di conseguenza l’impossibilità di garantire una adeguata produzione. L’originalità della proposta che scaturisce da questa festa è l’accantonamento delle soluzioni biochimiche che l’industria sta prospettando, e in alternativa l’incentivo al proseguimento dell’apicoltura rurale, metodo classico e sicuro per la salute umana e quella ambientale.
Accanto a questa finalità meritoria si cela un’altro fine che ci sta a cuore, cioè il recupero di una produzione agro-alimentare a km 0, che incoraggi gli apicoltori a proseguire la loro attività e possibilmente che la tramandi alle giovani generazioni, perché in un mercato globale spesso privo di una seria regolamentazione, la conoscenza diretta del produttore è la miglior garanzia di qualità del prodotto e salubrità dell’ambiente in cui viene creato.
Ma non ci siamo  accontentati di raggiungere questi obbiettivi, ma abbiamo puntato più in alto coinvolgimento anche il settore del consumo, chiedendo ai ristoratori peschieresi di dare spazio alla loro creatività studiando piatti e sperimentando menu a base di miele. La proposta è stata accolta, e la genialità culinaria locale ha rielaborato vecchie ricette, mettendo alla prova cuochi e clienti, che hanno riscoperto i sapori antichi e sempre nuovi di un prodotto che sta conquistando il mercato internazionale.
La volontà di tramandare questo patrimonio di saperi e questa attenzione alla propria salute e all’ambiente in cui si vive ha trovato il suo naturale sbocco nella festa di Primavera, dove in modo originale si sono trasmesse ai bambini le più elementari nozioni agricole utilizzando attività botaniche e giochi finalizzati, con la presenza della Coldiretti e del suo mercato agricolo, che attraverso lo slogan ” Campagna Amica ” punta a sensibilizzare la cittadinanza alle problematiche agro-alimentari, mostrandone l’influenza con la nostra esistenza quotidiana e il nostro stile di vita.
Scelta totalmente azzeccata vista la fiumana di gente che ieri ha affollato il Parco Borromeo, giungendo al suo culmine nel pomeriggio con l’inaugurazione dell’altalena per bambini con disabilità, fortemente voluta dalla Pro Loco, dall’amministrazione comunale e dai tanti peschieresi che hanno dato volontariamente un contributo. Con questa attenzione ai diversamente abili possiamo dire che da ora è veramente un parco per tutti.

 

 

 

Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: