Partecipazione numerosa alla pastasciutta antifascista

Ancora una volta, così come ogni anno, gli iscritti e gli amici della sezione A.N.P.I. “Papà Cervi” Di Peschiera Borromeo, hanno partecipato numerosi alla pastasciutta antifascista; l’iniziativa che ci riporta con la memoria al 25 luglio del 1943, quando la famiglia Cervi, alla notizia dell’arresto di Benito Mussolini, improvvisò  un piatto di pasta al burro , offerto, a tutti i presenti, nella piazza del paese.

Un gesto semplice, ma di una bellezza unica, umana.

Più di 80 persone hanno preso parte alla serata, che si è svolta al Laghetto Azzurro di Zelo Foramagno, dimostrando grandissima partecipazione e vero interesse per una delle pagine più belle della Resistenza italiana; questa iniziativa fortunatamente ha sempre coinvolto tante persone , in un periodo storico come quello che stiamo vivendo non è così scontato.

Al contrario invece dimostra che esiste e come, una grossa sensibilità da parte di molti cittadini, che, nonostante l’aria di crudeltà e odio che si respira negli ultimi tempi e che riporta con la mente agli anni bui vissuti durante il ventennio, è ancora grande la voglia di allontanare qualunque forma di intolleranza e di ingiustizia.

La speranza ma che per quanto ci riguarda è una certezza, è che possano esserci altre serata in futuro, esattamente come tante ce ne sono state in passato, così partecipate, belle e ricche di veri sentimenti positivi. Per impedire che pochi pessimi elementi, carichi di ogni più finto ideale, fatto di odio ingiustificato verso quello che loro definiscono “diverso” (da chi poi) possano avere il sopravvento e decidere della vita di molti.

Tanti anni fa Albert Einstein diceva: “ Io appartengo all’unica razza che conosco, quella umana”. Noi non possiamo che essere d’accordo

 

Natola Francesco

Sez. ANPI Papà Cervi di Peschiera Borromeo

 

Lascia un Commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: