Soffri di mal di testa, dolore agli occhi o peggioramento della vista?

 
Tutti abbiamo sperimentato almeno una volta nella vita il mal di testa: c’è chi ne soffre in maniera cronica e chi ne viene colpito sporadicamente.
Che si appartenga alla prima o alla seconda categoria, sappiamo bene quanto possa essere debilitante.

Il mal di testa può avere molte cause (ed è sempre bene rivolgersi al proprio medico) ma spesso è il risultato di una serie di contrazioni muscolari involontarie.

Cosa significa?
Provate a chiudere gli occhi e portare l’attenzione sulla vostra mandibola. La sentite rilassata o contratta?
Se vi trovate in una condizione generale di stress e tensione molto probabilmente sarà serrata e il massetere si presenterà contratto.
Il massetere è quel muscoletto che ha il compito di muovere la mandibola e, come tale, risponde a tutte quelle situazioni in cui la mandibola viene attivata come parlare, mangiare e “denigrare i denti” quando siamo arrabbiati o in situazioni di stress.
Il mal di testa deriva spesso da contrazioni che coinvolgono la bocca, gli occhi e la cervicale:
abitudini come guardare il telefono o il pc o stare seduti a lungo contribuiscono notevolmente all’irrigidimento generale, in particolare ne risentono muscoli oculari, muscoli facciali, spalle e cervicale, da tali contrazioni possono nascere dolore agli occhi con conseguente peggioramento della vista ed emicranie (chi in questo periodo è a casa in smart working sa bene di cosa stiamo parlando); ma anche provare forti stati di ansia, rabbia o vivere situazioni particolarmente stressanti portano tali gruppi muscolari a contrarsi, causando spesso gli stessi sintomi.
Possiamo affermare che le due cose vanno a braccetto: più stiamo fermi e più ci sovraccarichiamo di tensione interna, più ci irrigidiamo e più sentiamo il corpo dolente, per questo diventa preziosissimo fermarsi e prendersi cura delle tensioni nel corpo.
Quello che è importante comprendere, semplificando, è che ogni qual volta riceviamo uno stimolo dall’esterno dentro di noi si genera una risposta (come un’emozione) che, se non trova sfogo attraverso l’espressione del sè, viene bloccata dal sistema nervoso centrale attivando la contrazione di uno o più muscoli.
Con una metafora, i nostri muscoli fungono da “portieri”: a furia di “parare i colpi” non solo si contraggono, bensì, se una particolare contrazione viene prolungata nel tempo può divenire una contrazione cronica che influisce sulla postura, sui dolori e sui nostri schemi comportamentali.
Il seminario esperienziale che terremo la mattina del 27 Marzo (il primo di una serie riservata al corpo) sarà interamente dedicato all’esplorazione e allo scioglimento delle tensioni che peggiorano la vista, contribuiscono all’insorgenza di mal di testa e dolore agli occhi. Impareremo una serie di esercizi utili da praticare in autonomia quando i sintomi si acuiscono per alleviarli.
Il seminario sarà in modalità online attraverso la piattaforma Google Meet.
La partecipazione è aperta a tutti ma è obbligatorio prenotarsi in quanto il numero di posti è limitato a 20.
L’incontro si terrà dalle h 10.30 alle h 12.30.
Il costo per partecipante è di 30€.
Per tutte le info e per prenotarsi
Tel: 351 6646525
Mail: ilsecreativo@gmail.com
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK Il Sè Creativo PER NON PERDERE I PROSSIMI APPUNTAMENTI
Conduttrice:
Priscilla Cozzi
Counselor somatorelazione in formazione e floriterapeuta
Specializzanda in bioenergetica e mindfulness
Performer freestyler e insegnante di danza

Comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: